OJALÁTODO SALGA BIEN

 

Dennis ha intercettato la mia espressione stranita quando sul colectivo diretto a Lima il mio vicino di viaggio ha attaccato bottone chiedendomi quanti figli avessi. Quando poi l’anziana signora del mercato che da anni rifornisce la Casa Naturista delle piante medicinali ha storto il naso a sentire che non avevo ancora messo su famiglia, non ha aspettato che io facessi la domanda e mi ha spiegato che le ragazze, in Perù, diventano madri molto giovani, ben prima dei 18 anni.

Questa prima fase però, quella dello stupore, è del turista ed è la prima cosa che inizia a sfumare piano piano, diluita nelle settimane che si ripetono, sostituita silenziosamente dal quotidiano.

Continua a leggere…

Un’osservatrice privilegiata

 

Ho davanti un foglio bianco e mille parole che mi volteggiano nella testa. Non riesco a dargli un ordine perché come al solito, sono veicolate dai sentimenti.

Sono qui da soli quattro giorni. Ma il tempo mi sembra dilatato. Sono successe tante cose, e le ho sentite tutte sotto pelle. Lo diceva già Hume circa tre secoli fa: la conoscenza non è un puro fatto cerebrale che mette in moto logica a raziocinio, ma un liquido che entra nelle vene e scorre insieme al nostro sangue, si fa respiro del nostro respiro.

Continua a leggere…

Scuola a Mafuiane significa anche Salute!

Scuola a Mafuiane significa anche Salute!

In un villaggio dove ancora gran parte della popolazione si lava nelle acque del fiume, beve acqua non trattata e contrae facilmente malattie infetto-contagiose, parlare di igiene e salute ai bambini della scuola è fondamentale.
Per questo sono state inserite, nella scuola primaria di Mafuiane, le “Aulas de Saude” dove collaborando con gli insegnati locali cerchiamo di rendere più familiare e possibile ai bambini il concetto e l’importanza dell’igiene e della nutrizione.
Acqua, Sapone, Spazzolino, dentifricio ….. banale no?
Beh si, per noi sono tutte cose scontate: nasciamo e cresciamo con genitori che ci assillano perché ci dobbiamo lavare le mani prima di mangiare, i denti dopo i pasti e cosi via.

Continua a leggere…

Un salto in lungo oltre l’oceano

Un salto in lungo oltre l’oceano

Il modo migliore di fare un passo in avanti nella vita e decidere che strada prendere dopo la laurea a volte è quello di farne uno di lato, cambiare prospettiva, cambiare città, paese, continente e mettere alla prova tutte le consuetudini costruite studiando a 45km di distanza da casa.
Mettendo da parte il fascino del partire “a caso” e del viaggiare in sé, ho cercato un’ esperienza che desse valore a questi 12 mesi che avevo deciso di prendermi. Con questa sfida in testa ho saltato in lungo, oltre l’oceano lasciandomi alle spalle un percorso già disegnato in ambito accademico e tutte le sicurezze del giocare in casa. Direzione Huaycan, Perù.

Aspettativa. L’aspettativa, insieme a tutte le altre difficoltà del mettersi in gioco, è uno degli elementi centrali di tutte le cose belle e le cose brutte che possono capitare. Per quanto tu ti possa documentare e informare non potrai mai farti un’idea reale e precisa di come sarà il progetto che andrai a sostenere, di come saranno organizzate le giornate. Le tante piccole difficoltà e soddisfazioni, le strade dissestate, cosa mangerai a colazione, quale sarà la lista degli imprevisti che possono presentarsi nella periferia polverosa di Lima. Tutte le soluzioni di logica o di pancia a quegli imprevisti mi faranno arrivare a sera stanca ma soddisfatta, a volte frustrata ma dopo aver imparato una cosa in più.

Continua a leggere…