Attività delle nostre volontarie a Lima, Perù

Se sulle Ande peruviane, ad Ocopilla di Huancayo, si trovano Francesca e Simona alle prese coi progetti del “Centro Sociale Maurizio Polverari”, c’è chi invece (sempre in Perù, ma più sul livello del mare) si occupa di altri progetti AUCI, in collaborazione con la Casa de Ritiro Olistico “Anna Margottini”: Irene Brusa e Cristina Ghione.

Le ragazze, arrivate nel continente Americano da alcuni mesi, sono impegnate nel laboratorio di piante officinali della Casa “Anna Margottini”.

Continua a leggere…

Attività delle nostre volontarie ad Ocopilla, Perù

Tanti sono i volontari che per il Servizio Civile 2017/2018 hanno lasciato l’Italia a favore della solidarietà internazionale. Francesca Luzzu e Simona Maiolatesi, volontarie per AUCI in Perù, sono state coinvolte in alcune delle attività del “Centro Sociale Maurizio Polverari”

Simona, si sta occupando di “Ejercicios Energèticos”, in particolare nel ruolo di istruttrice di alcune discipline, tra le quali il Pilates e lo Yoga. Francesca, invece, dirigerà “El curso de auxiliar en enfermerìa” a partire dalla fine di questo mese: un corso che si articolerà tra lezioni pratiche e teoriche, nell’arco di dieci mesi.

Continua a leggere…

Prime riflessioni di una volontaria in servizio civile

 

PRIMER DIA   

Sono le 21.43 (ora locale), probabilmente finirò di scrivere tra una decina di minuti, o forse mi addormenterò prima, di fronte allo schermo. Sono a Lima, nel tanto agognato e desiderato Perù…
Non riesco ancora a realizzare, nonostante sia qui e possa tranquillamente scorgere dalla finestra dell’ostello la nebbia rossa che sovrasta la città.
Sono stati due giorni intensi, e posso dire di essere serena e felice.
Non un minuto di ansia, nessuna tachicardia, sudore freddo o emozione spropositata. Sintomi a me ben noti, che non si sono manifestati, nonostante questa città possa spaventare, nonostante sia lontana da casa e circondata da persone ‘nuove’, volti che raccontano storie che non vedo l’ora di ascoltare.
Aeroporto, Visto, corsa in mezzo al traffico pazzesco della città con un Pick up risalente probabilmente agli anni ‘90, le valigie legate e coperte da un telo (‘sapete, mentre si è fermi al semaforo spesso rubano i bagagli, meglio legarli!’) , nel vano posteriore.

Continua a leggere…