Educazione e Formazione in India

Adottando un bambino o una mamma, ci aiuterai a portare avanti i progetti di istruzione, nutrizione e igienico-sanitari del Centro di assistenza e promozione sociale di Thodupuzha (Kerala – India). 

Thodupuzha è una città e un comune nel distretto di Idukki, nello stato indiano del Kerala. Si estende su un’area di 35,43 km2. È situata a 200 km dalla capitale dello Stato meridionale del Kerala, Trivandum.

Alcuni dati:

Popolazione totale: 46.226 abitanti, di cui il 49% maschile e il 51% femminile. Il 12% della popolazione è sotto i 6 anni di età.

Tasso medio di alfabetizzazione: 82% in particolare il tasso di alfabetizzazione maschile è del 84% ed quello femminile è del 81%.

La maggioranza della popolazione è composta da cristiani, seguita da indù e musulmani.

Dall’inizio del 2014 l’AUCI sostiene l’azione in India dell’associazione no-profit Mother & Child Foundation che fornisce servizi di promozione sociale per bambini e adolescenti, orfani o abbandonati, e a ragazze madri. La mission è quella di riabilitare le madri e di educare i minori in difficoltà attraverso un percorso di crescita personale e di sviluppo delle capacità. Il centro ha cominciato ad accogliere un crescere numero di bambini, bambine e ragazze vittime di situazioni di violenza.

I programmi attivi sono:

  • Nursery per i bambini 0-5 anni con attività di accoglienza, merenda, animazione;
  • Tutela dei Vulnerable Children per bimbi in età scolare con sostegno scolastico, attività ludiche, nutrizione/ igiene;
  • Vocational Guidance & Training con corsi di falegnameria e sartoria.

Il Centro è inoltre autorizzato dall’Orphanage Control Board a svolgere le procedure di adozione nazionale, verso famiglie indiane amorevoli ed affidabili.

Attualmente il personale locale è formato da 30 persone altamente qualificate (8 educatrici, 4 social workers, 2 infermieri, 2 house mothers, 3 amministrativi, 6 gestori casa e 3 formatori) i quali si occupano di 188 beneficiari.

Le principali attività sono:

1) protezione, accoglienza e presa in carico dei minorenni vulnerabili e delle ragazze madri. Molti bambini e giovani sono orfani, abbandonati o tolti alle famiglie di origine a causa di violenza e abusi. All’interno dei 188 beneficiari ci sono:

  • 20 giovani madri in difficoltà: si tratta di ragazze-madri, vittime di violenze sessuali o a rischio, spesso cacciate e condannate dalle loro stesse famiglie. Il Centro accoglie queste ragazze in un’ala ad hoc chiamata “Prasanthi” offrendo assistenza psicologica e sanitaria durante il delicato momento della gravidanza e del parto. Il Centro offre anche un’opportunità di reinserimento sociale offrendo loro, nel periodo successivo al parto, la frequenza di corsi di  formazione professionale per diventare sarte e acquisire così un profilo professionale;
  • 149 tra ragazzi e ragazze di età compresa tra i 7 e i 20 anni in condizioni di abbandono parziale o totale o di estrema vulnerabilità (bambini respinti dai genitori, vittime di abusi psicologici o fisici, vittime di violenza sessuale). Le ragazze risiedono nell’ala del Centro chiamata “Ashrai”, mentre i ragazzi  in un’altro padiglione chiamato “Adarsh”. Il Centro offre, dunque, un ambiente accogliente e sicuro, dove i ragazzi possono recuperare un sentimento di fiducia verso se stessi e verso il prossimo. I ragazzi e le ragazze più grandi sono reinseriti nella scuola formale o in quella professionale, nell’attesa della riunificazione con la famiglia, laddove possibile;
  • 19 bambini sotto i 5 anni: si tratta per la maggior parte di bambini abbandonati, appartenenti a famiglie indigenti che non possono prendersene cura. I bambini risiedono nel padiglione “Sreyas”, suddivisi in due gruppi: uno da 0 a 3 anni, l’altro da 3 a 6.

2) Re-inserimento sociale: formazione professionale in falegnameria e in sartoria. Il progetto  si focalizza su un’attività di studio e di ricerca nel campo del design e dell’impiego dei materiali, allo scopo di migliorare opportunità e prospettive di vita delle ragazze madri, avviando attività generatrici di reddito.

Attiva ora il tuo sostegno a distanza

Compilando questo form riceverai via mail il modulo con cui potrai scegliere la forma di sostegno che preferisci.

Nome:*
E-mail:*
Telefono:
-
Cellulare:
-
Che tipo di aiuto vuoi fornire?*
Dettagli:
*

* Campi obbligatori

Commenti chiusi