Vulnerable Children

Luogo: Etiopia, Addis Abeba

Partner: Nadia Onlus, In Cammino per la Famiglia Onlus

Contesto territoriale/settoriale:

Le aree di intervento sono quelle a favore dei “vulnerable children” e degli “street children” i ragazzi a rischio e ragazzi di strada. Il rischio è quello di subire violenza, di qualsiasi tipo essa sia, fisica, psicologica o sessuale e sfruttamento in ambito lavorativo, familiare o proveniente dalle istituzioni. Violenza è tutto ciò che impedisce al bambino di essere tale, e di frequentare la scuola, di giocare svago, di partecipare alla vita sociale che gli è propria. Beneficiari diretti sono perciò i ragazzi ma anche le loro famiglie. Beneficiari indiretti sono tutte le comunità che appartengono alla città, ai villaggi o ai quartieri, sulle quali ricade, economicamente e socialmente, il peso dell’emarginazione e della devianza giovanile.

Obiettivi:

Prevenire, e se già presenti, eliminare le situazioni che determinano lo status di “vulnerable child” o “street child”. I gruppi sociali del paese, grazie ad interventi preventivi, di tutela e riabilitativi possono riacquistare forze lavorative ed impegnate che altrimenti andrebbero irrimediabilmente perdute. Fondamentale è fare in modo che   a livello sociale e da parte di famiglie, comunità, autorità locali, si riconosca e si prenda atto dell’ importanza del problema e della necessità che tutti insieme lavorino per contrastarlo.

Attività:

  • capacity building, formazione di personale specialistico etiope (social workers) volto all’acquisizione di competenze generiche e specialistiche
  • creazione di un presidio (gruppo di infermieri) sanitario con una formazione estesa ai vari campi medico-sanitari
  • attivazione di un sistema di tutela dei “vulnerable children” (cure mediche, educazione, svago, cultura, socializzazione, autostima, lavoro)

Ente co-finanziatore: Comune di Roma, Cooperazione decentrata, donazioni private

Periodo/Durata: 2011/2012 (concluso)

et0009Clicca sull’immagine per scaricare il video

Sfoglia la gallery

Commenti chiusi