I ragazzi di Strada di Kinshasa

Luogo: Repubblica Democratica del Congo, Kinshasa, quartiere di N’Sele

Partner locale: Associazione Kakasu Congo Ongd

Contesto generale/settoriale:

L’obiettivo generale del presente progetto è stato contribuire al miglioramento delle condizioni di vita sociale nella metropoli di Kinshasa operando in un comune periferico (N’sele) cresciuto freneticamente negli ultimi anni senza alcun piano regolatore e caratterizzato dalla presenza di un gran numero di profughi interni, provenienti dall’Est del Congo. In questa situazione di grave disagio, un problema particolare era dato dalla presenza di un elevatissimo numero di ragazzi di strada nella Capitale della Repubblica Democratica del Congo.

La logica della strategia che guida il progetto è quella di creare i presupposti per la nascita di un sistema auto-sufficiente, che consenta lo sviluppo autonomo delle risorse comunitarie e la piena sostenibilità dell’intervento nel medio e lungo periodo, con una progressiva stimolazione e attivazione culturale ed economica nel tessuto sociale di riferimento.

A tal fine si è scelta la strategia di anteporre allo sviluppo dell’intervento la creazione delle condizioni materiali e strutturali ad esso necessarie per la piena sostenibilità dell’intervento nel medio e nel lungo periodo.

Obiettivi:

L’obiettivo generale è stato il miglioramento delle condizioni di vita sociale a Kinshasa, mediante il recupero igienico sanitario e l’inserimento socioculturale  dei ragazzi di strada.

L’obiettivo specifico è creare e migliorare  le condizioni strutturali, igienico-sanitarie, di sussistenza ed educative dei ragazzi di strada  accolti dalla Kakasu Ongd.

Quindi, creare un indotto produttivo locale capace di stimolare e vitalizzare il tessuto sociale circostante, attraverso le pratiche dei laboratori dei mestieri e il conseguente avvio del processo  di commercializzazione  dei prodotti locali. Per fare questo, sono state realizzate strutture adibite all’abitazione e all’accoglienza e laboratori/scuola per rispondere ai bisogni dei ragazzi assistiti.

Attività:

  • Ristrutturazione ed ampliamento della casa di accoglienza con relativo arredamento ed allestimento per l’alloggio dei ragazzi di strada e dei loro tutors
  • Sufficienza delle capacità e della continuità di energia elettrica erogata attraverso:
    • Acquisto di due generatori di energia elettrica a gasolio e di due gruppi di continuità; progettazione e realizzazione dell’impianto elettrico.
    • Realizzazione di un pozzo; costruzione di un serbatoio sopraelevato per l’accumulo di acqua potabile; installazione di cassoni per la raccolta dell’acqua piovana; installazione impianto idrico.
  • Organizzazione e formazione di personale locale selezionato tra i ragazzi della Kakasu per adibirli alle diverse attività produttive e gestionali all’interno del progetto.
  • Organizzazione delle attività di produzione e distribuzione alimentare.
  • Organizzazione delle misure igienico-sanitarie personali e comunitarie.
  • Facilitazione delle relazioni tra la Kakasu e la comunità locale
  • Produzione di materiale informativo e promozionale (cartellonistica, depliants, filmati, conferenze in loco ed in Italia)
  • Costruzione, allestimento e mantenimento della porcilaia; stoccaggio dei mangimi. Organizzazione di una squadra di ragazzi “operai” finalizzata alla loro crescita.

Ente co-finanziatore: Ministero Affari Esteri, donazioni private

Periodo/Durata: 2009-2010

Commenti chiusi