Rapporto Immigrazione e Imprenditoria 2017

                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                                             

Martedì 12 dicembre 2017 alle ore 10.30, presso il Cnel, via David Lubin 2, si terrà la presentazione Rapporto Immigrazione e Imprenditoria 2017, organizzata da IDOS – Centro Studi e Ricerche sull’immigrazione.

Questa pubblicazione offre uno spaccato preciso della realtà imprenditoriale immigrata, articolata anche per ripartizioni territoriali e confrontato con il contesto di alcuni Paesi europei. Non si tratta solo di numeri ma anche di considerazioni e riflessioni, che aiutano a conferire a questo comparto la dovuta attenzione.

Nel Rapporto vengono presentati i nuovi dati statistici sull’imprenditoria immigrata (elaborati per livello territoriale, collettività, comparti e forme giuridiche) e vengono analizzati i fattori che influiscono sul suo sviluppo, presi in esame gli aspetti innovativi, e messi a confronto con l’esperienza di diversi Stati membri dell’Unione Europea.

Realizzato in collaborazione con MoneyGram e CNA- Confederazione Nazionale Artigianato e Piccola e Media Impresa, e con il supporto di CNEL – Consiglio Nazionale Dell’economia e Del Lavoro.
Il volume sarà distribuito gratuitamente ai partecipanti registrati.

Per partecipare è necessaria la registrazione su Eventbrite:

http://www.eventbrite.it/e/biglietti-presentazione-rapporto-immigrazione-e-imprenditoria-2017-40875361306

Per informazioni:

Centro Studi e Ricerche IDOS
tel.: 06.66514345 int. 1 o 2

idos@dossierimmigrazione.it

http://www.dossierimmigrazione.it

CNEL – Consiglio Nazionale Dell’economia e Del Lavoro
viale David Lubin, 2

Congo week Sabato 28 ottobre 2017 a Roma

Sabato 28 ottobre 2017 si terrà a Roma un convegno per affrontare la difficile situazione  che attraversa la  Repubblica Democratica del Congo, il gigante del Centro Africa, devastato da una guerra sanguinosa che va avanti da  ormai due decenni e che non accenna a finire.

Congo Week, Rompere il silenzio, è una settimana di attività che ricorda i milioni di vite perse durante il conflitto in Congo e celebra l’enorme potenziale naturale ed umano esistente in questo paese. Comunità in tutto il mondo si associano ogni anno ai Congolesi nella terza settimana di ottobre per proiettare films, svolgere forums, organizzare raduni, raccogliere fondi, tenere concerti e molte altre iniziative per elevare il profilo del Congo in tutto il globo. Studenti e organizzatori di comunità avviarono Congo Week nel 2008. Anche leaders religiosi, studiosi, intellettuali, artisti e gente comune in tutto il mondo, furono coinvolti nel riconoscimento della vita del popolo congolese e della sua ricerca della dignità umana.

La Democrazia nella R.D. Congo è stata completamente azzerata e tutte le cariche istituzionali sono illegittime dal 19 dicembre 2016, termine del secondo e ultimo mandato costituzionale di Joseph Kabila che non ha esitato ad usare qualunque pretesto e stratagemma per aggirare la Costituzione ed arrivare a questo importantissimo appuntamento con le urne senza la pubblicazione di un calendario per le elezioni che sembrano rimandate alle calende greche.

Il paese è insanguinato da vari conflitti che, ormai, non sono più da addebitarsi ai soli paesi vicini o alle multinazionali che traggono beneficio economico da questo dramma che sta vivendo questo gigante ferito. Ai massacri di Beni si sono aggiunti quelli nel Kasaï. I morti e le fosse comuni non si contano.

Nessun dialogo o accordo sembra portare ad una soluzione. Il paese è sull’orlo della guerra civile e della distruzione ed il conflitto non destabilizza solo la RD Congo ma è tutta la  Regione dei Grandi Laghi a rischiare il contagio.

Il convegno, organizzato da una decina di associazioni e reti di associazioni che lavorano in Congo o solo attente alle vicissitudini di questo paese, si terrà a conclusione della Congo Week, una settimana promossa dal 2008 dall’organizzazione “Friends of the Congo” per rompere il silenzio sul dramma che vive il popolo congolese, ed a conclusione di “In Cammino per la Pace”, una marcia per la pace in Congo che partirà domenica 1 ottobre da Reggio Emilia, arriverà a Roma venerdì 27 ottobre e si concluderà simbolicamente in Piazza San Pietro domenica 29 ottobre.

Clicca QUI per visitare il sito del evento.

Debout congolais – Alzati Congo

Venerdì 27 maggio presso la Sala Stampa della Radio Vaticana e sabato 28 presso il Centro di Nomadelfia (Roma) si terrà un incontro per parlare della Repubblica Democratica del Congo e del suo futuro.

Saranno presenti, tra gli altri, S.E. Albert Tshiseleka Felha, Ambasciatore della Repubblica Democratica del Congo presso la Repubblica Italiana, l’On. Cecile Kyenge, eurodeputata, il Prof. Rocco Bellantone Preside della Facoltà di Medicina dell’Università Cattolica, e il Dott. Fabio Melloni dell’Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo.

L’incontro vuole essere un momento di scambio tra la nuova società civile congolese con gli attori della cooperazione allo sviluppo.

 

Campagna “Abbiamo riso per una cosa seria”

 

fb-cover-focsiv-piazzeSabato 14 e domenica 15 maggio a Roma dalle 9.00 fino alle 17.00 presso la Fondazione Policlinico A. Gemelli in Largo A. Gemelli n. 8, AUCI, federata FOCSIV, partecipa alla XIV edizione della Campagna nazionale della FOCSIV  “Abbiamo RISO per una cosa seria” a favore dell’agricoltura familiare in Italia e nel mondo.

Un’iniziativa che per il secondo anno vede la collaborazione di Coldiretti  e di Campagna Amica, il Patrocinio del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, e la diffusione nei Centri Missionari Diocesani della CEI/Missio, e la presenza di Antonello Fassari, attore da sempre a fianco alla campagna, con Giancarlo Perbellini, chef pluristellato, come testimonial.

Di seguito il comunicato stampa.

 

Missione di Mafuiane: 25 anni insieme

25-anni_invito_sito-1024x652Le celebrazioni ed i festeggiamenti per il 25° anniversario della Missione, il 10 aprile a San Frumenzio e il 17 aprile a Mafuiane (Maputo).

A poco a poco, il poco diventa di più”, recita un bellissimo proverbio Mozambicano. Ed “a poco a poco”, la nostra presenza in Mozambico ha compiuto 25 anni, si è estesa dal villaggio di Mafuiane, al borgo di Baka Baka ed alla vicina Goba, si è arricchita di opere, di progetti, di vita vissuta.

Ed ora vogliamo festeggiare tutti insieme!

Innanzitutto il 10 aprile a San Frumenzio, in Via Cavriglia n. 8.  Abbiamo organizzato una festa bellissima che si aprirà alle 11.30 con una “coloratissima” celebrazione eucaristica, proseguirà alle 15.00, con un momento di condivisione dei ricordi e delle testimonianze di chi ha vissuto quest’esperienza di eccezione e di dedizione e, dalle 16.00 in poi, continuerà con canti, musiche e danze, con la nostra Palyota allestita per l’occasione.

Una settimana dopo, il 17 aprile, la festa continua… a Mafuiane, terra di Missione. Una “delegazione” partirà dall’Italia per condividere la ricorrenza con i nostri fratelli lontani e sarà formata, fra gli altri, da Don Enrico, che iniziò l’esperienza nel lontano 1991, in un Mozambico allora funestato dalla guerra civile, da Don Gianpiero, che la continua tuttora, e dai vari volontari che si sono succeduti, permanendo per anni in Mozambico, come Clementina, Guendalina, Stelio, Antonio e Domenico.

Fonte: Missione di Mafuiane