Pensieri da Mafuiane

di Stefania Rocca, volontaria a Mafuiane, Mozambico

Mafuiane è un villaggio di 5000 anime nel sud del Mozambico, dove presto verrà inaugurato un nuovo ospedale pediatrico. L’accesso alle strutture sanitarie è un problema presente pressoché in tutta l’Africa e ad oggi, ahimè, anche in Europa, soprattutto per gli immigrati, quelli che non hanno diritto ad un visto e un biglietto aereo.
Qui a Mafuiane è presente un posto di salute, mentre l’ospedale provinciale è a Matola, a molti km di distanza.
Il nuovo ospedale dovrebbe quindi costituire un bel passo avanti per l’accesso alle cure di tutti i bambini del villaggio e di quelli vicini. Da biotecnologa molecolare con qualche anno di esperienza, dovrei aiutare ad equipaggiare il laboratorio del centro pediatrico, a formare il personale che ci lavorerà o semplicemente lavorare al loro fianco.

Continua a leggere…

Momenti di non trascurabile movimento

di Andrea Scimone Carbone, volontario a Mafuiane, Mozambico

Da leggersi tutto d’un fiato.

Sono le 7.00, è da un’ora che sento Mimmo andare avanti e indietro sul selciato, è saturo. Sta organizzando il lavoro, rivedendo i conti, telefonando a destra e a manca. Siamo tutti in ambasce qui a Mafuiane perché, tra pochissimi giorni, ci sarà l’inaugurazione dell’ospedale appena costruito, con tanto di catering e taglio del nastro. Anche la Prima dama è in visita al villaggio in questi giorni e bisogna fare bella figura.

Decido di alzarmi, voglio dargli una mano. C’è un container colmo di attrezzi, mobili e altro, da svuotare.
Da giorni si lavora a pieno regime, ma non se ne vede la fine. Carichiamo il camion per trasportare il materiale verso la struttura, ma ogni volta che ci voltiamo a guardare questo sembra più pieno.

Continua a leggere…

SERVIZIO CIVILE 2018

Anche quest’anno è iniziato il Servizio Civile Nazionale!

Vi presentiamo i volontari Auci impegnati nei vari progetti per l’anno 2018/2019:

Per il progetto “Caschi Bianchi: Perù – Diritti umani e sviluppo sociale 2018 ” nella sede di Huaycàn (periferia di Lima) presso Il Centro di Medicina Olistica “Anna Margottini” saranno impegnate Marta Morsini ed Elisa Miranda, mentre Cloe Gelsi e Yuriko Suemi Hernandez Gomez saranno presenti nella sede di Ocopilla di Huancayo presso il Centro di Promozione Sociale “Maurizio Polverari”.

Continua a leggere…

OJALÁTODO SALGA BIEN

 

Dennis ha intercettato la mia espressione stranita quando sul colectivo diretto a Lima il mio vicino di viaggio ha attaccato bottone chiedendomi quanti figli avessi. Quando poi l’anziana signora del mercato che da anni rifornisce la Casa Naturista delle piante medicinali ha storto il naso a sentire che non avevo ancora messo su famiglia, non ha aspettato che io facessi la domanda e mi ha spiegato che le ragazze, in Perù, diventano madri molto giovani, ben prima dei 18 anni.

Questa prima fase però, quella dello stupore, è del turista ed è la prima cosa che inizia a sfumare piano piano, diluita nelle settimane che si ripetono, sostituita silenziosamente dal quotidiano.

Continua a leggere…

Un’osservatrice privilegiata

 

Ho davanti un foglio bianco e mille parole che mi volteggiano nella testa. Non riesco a dargli un ordine perché come al solito, sono veicolate dai sentimenti.

Sono qui da soli quattro giorni. Ma il tempo mi sembra dilatato. Sono successe tante cose, e le ho sentite tutte sotto pelle. Lo diceva già Hume circa tre secoli fa: la conoscenza non è un puro fatto cerebrale che mette in moto logica a raziocinio, ma un liquido che entra nelle vene e scorre insieme al nostro sangue, si fa respiro del nostro respiro.

Continua a leggere…