FRAMMENTI DI PERIFERIE

 

Venerdì, giorno di terapie per i miei pazienti delle Periferie. Esco sola. Ocopilla è pericolosa, dicono, è il quartiere malfamato di Huancayo. Eppure, io cammino con tranquillità, ho con me solo l’occorrente per le terapie e il cellulare, per le emergenze.

 

Mi dirigo verso casa della signora Andrea, salgo nel ‘cerro’, polveroso, cammino con fatica tra i sassi (ancora mi chiedo come le vecchiette riescano a salire fino alla cima caricando pesi sulle spalle).
Il figlio mi vede da lontano, mi corre incontro e mi abbraccia ‘por donde te has ido señorita Francesca?!’.
Non mi aspettavo certo si ricordassero del mio viaggio in Italia…
La trovo migliorata, la signora Andrea, mi sorride e inizia a raccontarmi confusamente come sono andate le
settimane in cui non ci siamo viste, le faccio la terapia, prima di andare rifiuto con dispiacere (come
sempre) il latte e biscotti che mi offrono, con amore. Mi stupisco sempre della loro infinita generosità, di
chi pur non avendo niente, darebbe tutto.

Saluto e do appuntamento alla settimana prossima, ‘CUIDENSE!’
Mi dirigo verso casa della signora Julia, salgo un altro paio di metri. Prima di bussare mi soffermo a
guardare il panorama, il cielo limpido, si vede tutta la città da quassù!
Huancayo, con le sue contraddizioni, Ocopilla nella sua povertà, la cattedrale maestosa, i palazzi ‘moderni’
di San Carlos. Huancayo che mi accoglie come una figlia, che mi osserva in silenzio, che si chiede cosa sia
venuta a fare lì una ragazza così giovane, carina, sola.
16.03, é tardi, devo sbrigarmi!

‘Mi mamá se ha ido de viaje!’. Niente, la terapia della signora Julia questa settimana salta!
Mi soffermo un attimo ancora sul paesaggio e poi riprendo la discesa verso casa della signora Simeona,
prossima paziente.

 

 

 

‘Stai attenta a non cadere!’ mi ripeto (sono famosa per le mie rovinose cadute e la mia poca agilità nei trekking!), e mentre sono concentrata nel mantenere l’equilibrio, mi accorgo della presenza di una vecchietta, seduta sui massi, che mi osserva. Mi fa cenno con la testa e sorride. Mi avvicino, inizia a parlare. Parla in Quechua. Intendo qualche parola. È caduta, sta male.
Una richiesta di aiuto.
Abbasso lo sguardo e vedo la sua mano. Una frattura del polso. Non so, non mi intendo tanto di fratture, non saprei come aiutarla. Cerco di
comunicare con lei al meglio, capisco che ha necessità di assistenza e che sono diversi mesi che il suo polso è così.

‘Como se llama mamita?’
‘Donatella Taipe’.
‘Donatella?!’
‘Donatella Taipe!’
‘Non credo di aver capito bene il nome, ma non ha importanza!’

 

Non riesco a spiegarle come arrivare al Botiquin. ‘Bene, mi faccia vedere dove abita.’ Lentamente si alza, con il suo peso nelle spalle (non ha voluto che lo portassi io, per niente al mondo) e iniziamo il cammino. Saliamo ancora più su. Arriviamo a un piccolo portoncino in lamiera con su scritto ‘fam.Taipe’.

‘Bene signora, mercoledì vengo con una collega e cerchiamo di capire come aiutarla.’
Sorride.

Riprendo il cammino, la signora Simeona mi aspetta.
È ormai tardi e il freddo si fa sentire.

 

MOZAMBICO E ROMA: UNA MISSIONE UMANITARIA -Evento-

 

 

Auci, in collaborazione con il Policlinico Gemelli,  ha tenuto il 28 giugno, nella Hall del policlinico, un evento dal ricco programma. E’ stata l’occasione, per i partecipanti, di conoscere più a fondo i progetti e le missioni umanitarie in Mozambico.
Durante l’evento, è stato presentato il libro fotografico “Çrianza em branco e preto” di Domenico Porcelli (Capo Progetto di Auci a Mafuiane).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il libro, è stato realizzato in collaborazione con la Parrocchia di San Frumenzio ed AUCI. La raccolta, il cui titolo tradotto letteralmente viene a significare “Bambini in bianco e nero”, ci mostra, come lo stesso autore afferma, la storia di una amicizia, non tra persone, ma tra comunità. Tra i tanti scatti della raccolta troviamo scene di vita comune dei piccoli abitanti di tre villaggi del distretto di Namaacha, in Mozambico: Mafuiane, Goba e Baka. Volti, sguardi e sorrisi di chi lotta per costruirsi un domani più dignitoso e più giusto.

Il libro fotografico è in vendita presso AUCI al costo di 10 Euro. I ricavati andranno a sostenere parte delle spese per la costruzione dell’Ospedale Pediatrico a Mafuiane.

 

Evento contro il Bullismo e il Cyber-bullismo

 

Martedì 26 giugno, presso l’aula magna (terzo piano) dell’istituto G. Cagliero (del Comprensivo Largo Volumnia), si terrà, a partire dalle ore 17, l’evento conclusivo del progetto di prevenzione al bullismo e cyber-bullismo “I COLORS : percorsi educativi interculturali di rafforzamento del successo formativo e dell’integrazione socio-scolastica”, presentato dall’ IC Largo Volumnia in partenariato con l’ASSOCIAZIONE ARPEA ONLUS all’interno del bando “FUORICLASSE”  2016 della Regione Lazio. Il progetto si inserisce all’interno delle attività di Servizio Civile “I COLORS: Intercultura COmunità LOcali Resilienti e Sostenibili” 2017/2018 di AUCI e di ARPEA.

Nel corso dell’evento verranno mostratri i risultati del lavoro svolto nelle classi durante il progetto di prevenzione al bullismo. Gli alunni delle prime medie (diretti interessati del progetto) mostreranno, ai genitori e al pubblico, i prodotti realizzati dalle varie sezioni alla fine del progetto. Tra questi, anche alcuni cortometraggi sul tema che verranno proiettati.

Siete tutti invitati a partecipare!

 

VACANCY “PROGETTO AGROALIMENTARE MOZAMBICO”

Settore professionale: Agroalimentare

Ruolo vacante: Capoprogetto

Paese: Mafuiane, Distretto di Namaacha, Provincia di Maputo, Mozambico

Nome progetto: “Sviluppo rurale nella comunità di Mafuiane con riabilitazione del sistema di irrigazione e
produzione agricola ecosostenibile degli orti familiari” – 10935/AUCI/MOZ.  Il progetto, co-finanziato dalla Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo (AICS), è promosso da AUCI – Associazione Universitaria Cooperazione Internazionale, in partenariato con la Facoltà di Scienze Agrarie, Alimentari e Ambientali dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza, l’associazione Regantes de Mafuiane, il Distretto di Namaacha e l’Istituto di Investigazione Agraria del Ministero dell’Agricoltura del Mozambico.
AUCI nasce all’interno della Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università Cattolica del Sacro Cuore –
Policlinico Gemelli di Roma. E’ iscritta all’Anagrafe delle ONLUS del Lazio. E’ una ONG riconosciuta dal
Agenzia Italiana per la Cooperazione allo Sviluppo, ed è associata a FOCSIV – Volontari nel Mondo.

Periodo e durata: 12 mesi rinnovabili con partenza immediata

Ruolo:

  • Gestire e coordinare le attività progettuali, con particolare attenzione alla filiera della produzione-
    trasformazione agricola;
  • Avviare la gestione e le attività agricole di una fattoria pilota;
  • Fornire assistenza tecnica ai contadini locali sulle tecniche agronomiche da adottare negli orti
    familiari (mashambe);
  • Gestire e coordinare le attività progettuale secondo report stato di avanzamento progetto e
    procedure di rendicontazione amministrativa e contabile;                       

Requisiti:

  • Laurea in Agraria con esperienza maturata nei paesi a basso reddito;
  • Buona conoscenza lingua portoghese;
  • Capacità di coordinamento e supervisione;
  • Esperienza formativa, capacità gestione risorse umane e autonomia training on the job;
  • Attitudine a interagire positivamente con realtà etniche e culturali diverse;

Note: inviare CV e lettera motivazionale entro il 08/07/2018 all’attenzione di Diego Casoni, auci@auci.org,
indicando “Progetto agroalimentare Mozambico – Nome e Cognome”

10 marzo, EVENTO – Padre Nazareno sulla situazione in RD Congo

 

Cari soci, amici e fratelli, vi informiamo che questo sabato 10 marzo alle ore 16, presso la chiesa di Santa Maria Regina Mundi di Torre spaccata, si terrà un incontro di sensibilizzazione sullo stato di conflitto e guerriglia in RD Congo. Padre Nazareno, Carmelitano, già missionario a Bunia, presenterà il suo libro che sarà possibile acquistare. Le vendite saranno devolute alla costruzione dell’ospedale di Bunia. Vi aspettiamo!