Servizio Volontario Europeo: un “giovanotto” di 20 anni

È un giovanotto di 20 anni, spigliato e pieno di creatività. Si destreggia abilmente tra gli interessi più vari, dalla tutela della natura e del patrimonio artistico e culturale di un territorio a quella dei diritti umani, fino a toccare la promozione dell’istruzione e dell’integrazione sociale di persone con difficoltà economiche o disabilità. Lanciato nel 1996, il Servizio Volontario Europeo partì inizialmente come un progetto temporaneo, ma ad oggi conta

“Ti senti cittadino europeo?”

Splende il sole su Alsasua (Altsasu in basco), una ridente cittadina di settemila abitanti nella comunità autonoma di Navarra, al Nord della Spagna. La nostra attenzione si concentrerà in particolare su una zona del paese, nelle vicinanze dell’”Albergue Juvenil Santo Cristo de Otadia”, circondato dal verde e da spazi all’aperto. In questo edificio sta accadendo qualcosa di particolare: nella sala più grande un gruppo di giovani siede in cerchio, chi

ULTIM’ORA: Auci cerca proprio te!

Prorogata all’8 luglio alle ore 14,00 la scadenza per partecipare al Bando di Servizio Civile in Italia e all’estero con Auci. Aspettiamo solo te!  Scopri qui le schede inerenti ad ogni progetto: Bando AUCI – Servizio Civile Nazionale in Italia Bando AUCI – Servizio Civile Nazionale all’estero Scopri qui come puoi candidarti: Candidatura Servizio Civile Nazionale in Italia Candidatura Servizio Civile Nazionale all’estero

L’educazione è il pane dell’anima [G. Mazzini]

  Sono passati sei mesi da quando sono arrivata a Karungu per la prima volta. Sei mesi in cui ho vissuto sulla mie pelle le esperienze più belle ed emozionanti che la vita mi potesse dare. Lavoro all’interno degli uffici del Dala Kiye, una casa di accoglienza per bambini orfani affetti da HIV\AIDS che fa parte della St. Camillus Mission. Il Dala Kiye è davvero un luogo accogliente dove 60

Aiuti umanitari in aree di crisi

“Ma siamo davvero sicuri che tutta questa gente abbia bisogno?” È una domanda che mi pongo spesso da quando sono qua. Ho imparato a conoscere gli usi locali e ad accettare i costumi e il modo di vedere le relazioni, la vita, la morte. Ho imparato ad andare oltre l’apparenza. Eppure questa domanda è difficile da sradicare. Faccio parte di un progetto che prende il nome di “Aiuti umanitari in